Prodotti: Sicurezza del lavoro D.L 81/2008

La sicurezza sul lavoro, la tutela della salute e dell'ambiente, meritano la stessa attenzione qualunque sia la dimensione dell'impresa grande o piccola.

E' necessario sgomberare il campo dal luogo comune secondo il quale alle piccole imprese corrispondono pochi adempimenti ambientali e piccoli rischi.

In quest'ultimo campo, poi, a seguito di un esame delle varie tipologie di attività esistenti nel mondo del lavoro, si desume che non bisogna confondere la quantità con la gravità dei rischi e che, mentre da un lato è possibile riscontrare aziende produttive di dimensioni non indifferenti ma con rischi comuni e facilmente eliminabili o riducibili, dall’altro è facile osservare la esistenza anche di piccole imprese ma con grandi rischi.

Molte PMI hanno difficoltà ad adempiere agli obblighi in materia di ambiente, sicurezza e salute a causa della mancanza di conoscenze necessarie, sia per la informazione e formazione dei lavoratori, che per la realizzazione di procedure pratiche ed operative, indispensabili per il miglioramento delle condizioni di sicurezza negli ambienti di lavoro.

Particolare importanza assume, inoltre, la sicurezza sul lavoro nelle nuove forme di rapporto previste dalla regolamentazione della legge Biagi a cui fanno massiccio ricorso le PMI. Si fa riferimento alla somministrazione del lavoro (ex lavori interinali) al lavoro ad orario ridotto, al lavoro intermittente, modulato e flessibile, al lavoro a progetto (nel quale vengono inseriti i co.co.co.,e co.co.pro) ed al lavoro occasionale, intendendosi per tale quello che non supera le 30 ore all’anno. Si tratta di rapporti di lavoro di tipo “precario”, a cui può farsi ricorso solo dopo che si è ottemperato agli adempimenti di cui al D. Lgs. 81/08, con particolare riferimento a quello relativo alla valutazione dei rischi negli ambienti di lavoro.

I datori di lavoro di piccole e medie imprese dovrebbero prendere coscienza delle proprie capacità in materia di sicurezza sul lavoro, prestare una maggiore attenzione ai problemi della prevenzione e fare, se non si ha tempo e testa, un maggior ricorso a tecnici esperti nel campo specifico.

A queste problematiche risponde la S.E.A. scrl. (apri documento)
08/06/2015 12:47:3808/06/2015 12:47:39